Benvenuto/a nel sito della scrittrice Giovanna Albi.

"Il tempo ritrovato è di gran lunga più piacevole di quello perso" (Cit. di Giovanna Albi)

sabato 15 giugno 2013

Recensione a " Il cercatore di stelle-I sentieri della rinascita" di Daniela Curreli Psiconline edizioni 2013


Buongiorno, sono Giovanna,
e oggi ti voglio presentare il testo di Daniela Curreli, " Il cercatore di stelle- I sentieri della rinascita".  Psiconline edizioni 2013

Mariano, trasferitosi in giovane età nella terra di Marsiglia, dove è proprietario di un ristorante sul porto, è un uomo di una spiritualità e forza interiore sorprendenti . Nonostante una giovinezza di stenti , da emigrato della Sardegna , trova a Marsiglia la forza per affermarsi come uomo e come ristoratore, amando la cucina con totale sacralità , la medesima che si evince dalla sua ricerca dell'Amore Assoluto e perfetto. Marsiglia non è scelta a caso dall'autrice, perché qui si colloca il mito dell'amore puro che travolse Protis e Gyptis. L'ambientazione è dunque fantasticamente ricreata in una dimensione più onirica che reale.
Leggendo il libro bisogna avere la giusta dose di sensibilità e spiritualità per entrare dentro quel sogno di Mariano che, tra un abbraccio e l'altro, una relazione più o meno fugace, un amore più o meno intenso, non interrompe mai la sua ricerca interiore di perfezione,custodita dagli Angeli. Cercare l'amore puro e assoluto significa trovare la propria stella , quella che brilla per un uomo soltanto, perché una medesima stella non può brillare per due individui differenti. Un messaggio altamente etico-spirituale attraversa il romanzo, che vede la vita come ricerca interiore e rispetto della dignità e della libertà umana in un "der dasein"siddhartiano del proprio Sé superiore incarnato dalla propria stella che si incarna nel desiderio di un'altra di pari lucentezza. Se questo patto non viene rispettato e si divide la propria stella con un altro essere umano si pecca, direbbero i Greci di hybris, di tracotanza, arrecando un danno al proprio mondo interiore e  oltraggio al guardiano delle stelle. Per cui Mariano, pur avendo molte donne, tutte amate nel pieno rispetto della femminilità, che viene magicamente avvolta in un sogno d'amore, sta ben attento a non provocare l'ira del guardiano di stelle: ne andrebbe della sua purezza e della sua libertà interiore e potrebbe ferire una donna, cosa che veramente aborre. In un periodo in cui il femminicidio è una realtà sempre più presente, come la violenza sulle donne, spesso consumata tra le pareti domestiche, abbiamo bisogno di uomini veri , come Mariano, che portino sacro rispetto alla donna. Dal romanzo si evince la sensibilità romantica della scrittrice, e anche i rapporti sessuali sono sublimati  e non c'è ricorso all'abusato ingrediente  erotico , che avrebbe stonato in un libro di spiritualità. Mariano, che ha conosciuto l'amore per Florence, con la quale ha lungamente viaggiato , raffinandosi anche sotto il profilo artistico, con la bellissima hostess Giovanna, tutta presa dal suo narcisismo, ed altre donne, belle, con cui ha avuto rapporti più fugaci, alla fine trova la perfezione della stella con Audette, donna più giovane di lui, verso la quale ha sempre nutrito un profondo assoluto amore. A questo amore ha cercato con tutte le energie interiori di sottrarsi nel momento in cui lei sì è impegnata con un altro uomo; continuano però a frequentarsi dilaniato dal senso di colpa suscitato dal giudizio del guardiano delle stelle. A questo amore tornerà , portandolo a perfezione, quando lei sarà libera da altre implicazioni sentimentali, potendo così riappropriarsi della propria stella che riluce fulgida nel cielo con la protezione del guardiano e degli Angeli tutti, percorrendo così " i sentieri della rinascita.